The Nature of Motion: la prima design week in “movimento”

La Design Week è una settimana molto importante per Milano che, proprio per questa occasione attira visitatori da ogni parte del mondo. Nasce come un evento per gli addetti ai lavori, cresce come un’opportunità per valorizzare tutta la città di Milano con gli eventi e le installazioni del Fuorisalone; diventa un’opportunità per tante aziende anche al di fuori del settore dell’arredamento che, in occasione di questo momento di grande visibilità, organizzano esposizioni e iniziative per condividere nuove visioni sui prodotti e creare engagement con eventi, concorsi, ecc.

Quest’anno alla Design Week ha partecipato anche Nike con un progetto che merita di essere raccontato per la sua innovatività, che per la prima volta mi ha fatto vivere una settimana del design più “movimentata”sotto tutti i punti di vista. “The nature of motion” è il tema prescelto, ed è stato sviluppato sia attraverso un’esposizione realizzata da 10 designer che hanno reinterpretato il concetto del movimento naturale sperimentando materiali e forme, sia attraverso un programma ricco di workout e sessioni di running gratuite…con qualche effetto speciale.

nike

L‘ex fabbrica Orobia è stata allestita per l’occasione con uno spazio espositivo e una grande pedana all’esterno dedicata proprio ai workout. Ogni giorno centinaia di ragazzi e ragazze hanno partecipato alle varie sessioni di allenamento proposte nei diversi momenti della giornata. Purtroppo la richiesta è stata talmente elevata che non tutti sono riusciti a trovare un posto disponibile (unica nota negativa dell’evento era proprio il sistema di prenotazione senza conferma immediata).

Una delle innovazioni di questa Design Week Nike è stata “Revolution in motion”, un allenamento davvero affascinante e unico nel suo genere. Immaginate una pedana divisa in due: una parte dedicata al training  funzionale e una parte dedicata al running, con tantissimi tapis roulant posizionati uno affianco all’altro. Nella parte centrale della pedana, i trainer Nike di fama internazionale guidavano contemporaneamente i due gruppi.

The nature of motion

Dopo un ingresso quasi trionfale, luci e musica hanno creato un’atmosfera piena di energia e adrenalina (per un attimo sembrava di essere i protagonisti di uno spettacolo teatrale 😀 ). I trainer guidavano la classe attraverso un microfono e grazie alle cuffie wireless sintonizzate su diversi canali (stile silent disco) ognuno sentiva le indicazioni del proprio allenamento.

L’allenamento funzionale è stato molto dinamico e divertente; un mix di cardio, tonificazione e isometrie. Di fronte a noi l’esercito di runners andava al nostro stesso ritmo, ma con movimenti diversi.

e9060753-ba44-4b5a-9ce0-7f5a7ba307aa

L’entusiasmo mi ha portata a concludere la settimana partecipando anche a un altro allenamento, la Local Run. Il format è completamente diverso: un centinaio di runners che corre lungo le vie centrali di Milano, accompagnati dai pacer Nike che oltre a guidare il percorso, sostenevano, motivavano e correggevano ogni singola persona. La corsa è stata continuamente animata dalla musica e dalle urla di incitamento di tutti! Approfittando della presenza di stranieri la Local Run si è trasformata anche in un piccolo tour culturale, con tanto di spiegazioni dei luoghi più importanti del centro.

41SKILLY_LR-9667

SKILLY_LR-1754

Che dire, sicuramente l’obiettivo è stato raggiunto: bell’idea, bello spirito, tanto brand… e un bell’esempio per tante aziende di settori lontani dal “mobile”.

Per quanto mi riguarda è stata anche una bellissima occasione per riunire parte del gruppo di ragazze del BBG Meet Up.. e diminuire il numero degli aperitivi!

bbg girls

1+
Written By
More from Claudia

Tartufo: perché, come e dove mangiarlo

Con l’arrivo dell’autunno non si può fare a meno di pensare al...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.